Come arredare il bagno? Dal moderno al classico, passando per l’eclettico e il minimalista, il bagno sta diventando uno spazio sempre più personale e personalizzabile.

Non più un luogo dedicato solo all’igiene personale e alla bellezza, è ormai uno spazio da vivere, dove rifugiarsi per recuperare le proprie energie all’insegna del relax, sognando di trovarsi in una Spa o in un centro benessere.

Spesso però il bagno dei nostri sogni deve fare i conti con spazi ridotti, budget contenuti e necessità pratiche, per questo è importantissimo individuare le potenzialità degli spazi a nostra disposizione e selezionare con attenzione arredo e materiali, pianificando il design fin dalle prime fasi progettuali.

Sanitari e arredo

Elementi principali sono ovviamente lavabi e sanitari.

Ormai in commercio ne troviamo di ogni tipologia, forma e colore, tra questi è bene prediligere quelli che presentano una linea salva-spazio, ergonomica e facile da pulire. Via libera quindi alle forme più minimaliste e lineari, riducendo al minimo giunture e scanalature, diminuendo di molto la possibilità che lo sporco si depositi e si annidi sulle superfici.

Se lo spazio a nostra disposizione è poco, un’ottima soluzione nell’ arredare il bagno potrebbe essere quella di scegliere degli arredi su misura, che permettono di sfruttare al meglio lo spazio senza necessariamente dover modificare l’intero assetto del bagno.

Altre soluzioni salva-spazio possono essere:

  • Introdurre una porta scorrevole o a soffietto
  • sostituire la vasca con una doccia
  • introdurre un lavabo di dimensioni ridotte

L’utilizzo dello specchio è, inoltre, un sistema collaudato per amplificare la sensazione di spazio: il senso di angustia generato dalle ridotte dimensioni del bagno viene diminuito dall’immagine riflessa dell’ambiente.

Arredare il bagno – Scelta dei materiali

Essenziale risulta la scelta del materiale, che deve prediligere, anche in questo caso, quelli facilmente lavabili, sia per quanto riguarda sanitari e arredi, sia per pitture e rivestimenti: una pittura lavabile, per esempio, permette di preservare più a lungo le pareti da macchie, impronte o schizzi di sporco.

Anche la scelta della tipologia di rivestimenti in piastrelle è un aspetto di particolare importanza:

  • Prediligere pavimentazioni e rivestimenti il più possibile lisci ed impermeabili e ridurre al minimo le fughe per garantire una buona igiene e una pulizia più semplificata
  • Optare per colori chiari per ampliare lo spazio ed evitare due colori in particolare: il bianco perché rende più facilmente visibile lo sporco, ed il nero che evidenzia la presenza di polvere.

Illuminazione

Più luce c’è maggiore è il senso di benessere e ampiezza.

Per modificare l’atmosfera di un ambiente può essere molto utile incrementare la quantità di luce, sia naturale che artificiale. Nel caso del bagno, l’esigenza di illuminazione interna si deve conciliare con la necessità di privacy: tende alla veneziana e pannelli in perspex, per esempio, fanno penetrare più luce rispetto ai tendaggi pesanti, garantendo comunque un’adeguata schermatura.

Per quanto riguarda l’illuminazione artificiale il segreto è aumentare la quantità di punti luce e diversificarne la direzione. Una sola luce centrale, come nel caso dei lampadari sospesi, non crea un’atmosfera vivace, mentre vari punti luce posizionati a quote diverse rendono lo spazio più ampio e interessante.

Non deve mancare ovviamente illuminazione concentrata in corrispondenza del lavabo al fine di facilitare l’attività di toeletta e trucco.

Versatilità

Nelle abitazioni moderne è spesso necessario fare in modo che uno spazio svolga molteplici funzioni. Anche il bagno può essere interconnesso in maniera multipla con gli ambienti circostanti, assorbendo numerose altre funzioni:

  • Ripostiglio, attraverso mobili contenitori di design in grado di contenere scope, tavole da stiro, detersivi, biancheria da bagno
  • Lavanderia, ospitando diversi elettrodomestici come la lavatrice e asciugatrice.

Rifornire l’ambiente di ceste, contenitori, cassetti e ripiani in cui posizionare dispenser permette di creare un ambiente ordinato e multifunzionale.

Il nostro bagno è un ambiente più complesso di quanto possiamo immaginare. L’assenza di una progettazione ragionata può far aumentare notevolmente la spesa senza assicurare un risultato ottimale. Per questo bisogna tener conto dei consigli di tecnici di fiducia che sapranno conciliare esigenze estetiche, funzionali, economiche e di sicurezza garantendo risultati architettonicamente validi sotto ogni profilo.

Un bagno ben arredato può dare valore a tutta la nostra casa!

LEGGI ALTRI ARTICOLI.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA


Inviando questo messaggio do il consenso al trattamento dei dati personali