Le tabelle millesimali costituiscono lo strumento di ripartizione delle spese condominiali, all’interno di un condominio esistono parti di proprietà esclusive (unità immobiliari) e parti definite comuni, le quali servono tutti o una parte dei condomini. Da ciò discerne che abbiamo due tipi di proprietà quella esclusiva e quella forzosa e necessaria che è finalizzata alla manutenzione e conservazioni di parti comuni come ad esempio le scale o l’ascensore.

L’art. 1124 del codice civile disciplina la ripartizione delle spese per la manutenzione e ricostruzione delle scale definendo che la spesa è ripartita […] “tra essi per metà in ragione del valore dei singoli piani o porzioni di piani e per l’altra metà in misura proporzionale all’altezza di ciascun piano dal suolo.”

In definitiva, i condomini devono partecipare alle spese inerenti in base all’uso.

 

Tabelle Millesimali – Il calcolo

Per calcolare i millesimi si procede in questo modo.

  • Calcolo dei millesimi di proprietà.
  • Calcolo della 1° parte millesimi scala considerando la metà dei millesimi di proprietà 1/2 m

Dove m: millesimi di proprietà singole unità immobiliari,

  • Calcolo della 2° parte millesimi che derivano dall’altezza. Si sommano le altezze dei piani rispetto al suolo e si applica la seguente proporzione:
    S : H = X : h dove:
    S: somma dei millesimi di tutte le unità immobiliari,
    H: somma delle altezze da terra,
    X: millesimi di piano,
    h: altezza del piano.

Per quanto riguarda l’ascensore invece non viene trattata dal codice civile, anche se l’art. 1123 del codice afferma che le ripartizioni vanno fatte in base all’uso di chi se ne serve. Per quanto riguarda il calcolo il metodo è analogo a quello per le scale.